Sky rivoluziona la TV e lancia Sky Q: 12 tuner, multiroom, 4K e download su tablet

Sky ha lanciato in Inghilterra la nuova piattaforma Sky Q: la pay TV ha ridisegnato interamente il modo di fruire della TV con nuovi decoder e nuove tecnologie. Un prodotto incredibilmente moderno che fonde web e satellite. Debutterà in Inghilterra nel 2016.


Sky ha tolto oggi i veli dalla nuova piattaforma Sky Q, una vera rivoluzione per la pay TV satellitare che miscela in modo incredibile satellite e web. Sky Q è un prodotto davvero nuovo: Sky ha preso la piattaforma attuale, ci ha tirato una bella riga sopra e ha rifatto tutto da zero, utilizzando le più moderne tecnologie come Powerline, 4K, streaming, Airplay e tanto alto. Prima di raccontare nel dettaglio cosa fa Sky Q vogliamo fare una premessa: la nuova piattaforma arriverà nel 2016 in Inghilterra, ma come è già successo per altre tecnologie e innovazioni Sky, potremmo vederla anche in Italia. Sky Italia ci ha comunicato che prima o poi arriverà, ma ovviamente nulla è definito ed è ancora troppo presto per parlarne.
Tornando al nuovo sistema, presentato oggi a Londra, Sky ha cercato di ridisegnare interamente il modo in cui si guarda e si fruisce della TV sia a casa sia in mobilità, prendendo spunti dai migliori dai servizi oggi esistenti come Tivo, Netflix e la stessa Sky. Sky Q è un ecosistema sviluppato su un concetto: poter vedere tutto quando e dove si vuole, una cosa che molti hanno cercato di fare me nessuno ci è mai riuscito per la mancanza di qualche tassello. Sky può farlo, e può farlo benissimo in Inghilterra dove è provider internet e operatore di pay TV satellitare.
Prima di vedere quali sono i componenti del sistema Sky Q, quattro nuovi set top box ognuno con funzioni specifiche, vediamo cosa promette Sky con il nuovo “Q”:


  • Possibilità di vedere tutti i canali e i contenuti onDemand da tutte le TV di casa o da un tablet, sempre in casa. Di fatto il Multivision, da optional, diventa “di serie”
  • Possibilità di mettere in pausa ogni canale Live, riprendendolo dai tablet o da un’altra stanza
  • Possibilità di salvare i contenuti, anche quelli registrati da satellite, su un tablet per la visione in mobilità
  • Possibilità di vedere cinque contenuti Sky diversi su cinque diverse TV mentre il decoder registra altri quattro canali
  • Tutti i decoder e i set top box diventano hotspot wi-fi, e portano internet in tutta la casa
  • Un nuovo telecomando con touchpad
  • Una nuova interfaccia con funzionalità di ricerca avanzate e una completa guida TV
  • Compatibilità con il 4K
  • Accesso ad alcune applicazioni di streaming video, come Vevo e Youtube, e alle proprie foto caricare sul cloud
  • Compatibilità con lo streaming audio tramite bluetooth oppure con AirPlay




La presenza della compatibilità con il 4K lascia presupporre che Sky inizierà a fare trasmissioni in Ultra HD, sia da satellite che da rete. Il pezzo forte del sistema oltre alla nuova interfaccia, sono i decoder: Sky ha preparato due set top box che uniscono le potenzialità della rete a quelle della parabola destinati ai locali principali della casa, un piccolo set top box wireless per le stanze secondarie e un hub per mettere in contatto tutti i dispositivi.
Sky Q Silver (scheda tecnica) e Sky Q (scheda tecnica) sono i due nuovi decoder: il primo, il top di gamma, è il decoder compatibile 4K dotato di un hard disk da 2 Terabyte per registrare oltre 350 ore di contenuto HD, mentre il secondo ha un disco da 1 Terabyte e non è Ultra HD. Entrambi hanno 12 tuner interni, un numero impressionante.
Sky Q Silver, Ultra HD e 2 TB di disco
Sky Q, la versione HD

Sky Q Mini (scheda tecnica) è il piccolo decoder pensato per le stanze secondarie: funziona esclusivamente tramite connessione wireless oppure powerline e sfrutta i tuner contenuti all’interno del decoder principale.
Sky Q Hub (scheda tecnica) è invece il centro di controllo: è il potente router che funziona come modem internet e distribuisce la connettività agli altri dispositivi tramite wireless o powerline.
Sky ha anche lanciato una nuova applicazione destinata a tablet e smartphone per poter fruire dei nuovi servizi: si chiamerà ovviamente Sky Q App.
Una vera rivoluzione nel campo della TV, e i primi che hanno potuto vedere in funzione il sistema assicurano che è qualcosa di davvero rivoluzionario. Al momento Sky non ha parlato di prezzi, e non è dato sapere se Sky Q sarà un prodotto alternativo a Sky tradizionale, anche se ipotizziamo che in un primo momento sarà davvero così.